Notizie

image

Lucrezia Borgia, A Coruña

El País 26.09.2017

"Celso Albelo è stato l'eroe della notte. La sua attitudine, incluso il suo canto pieno di bellezza e passione, è stato un prodigio di resa e coraggio. Ha mantenuto la sua linea di canto: la sua versatilità espressiva, che può passare dalla forza eroica a quei filati prodigiosi che dimostrano una gran dolcezza".

image

Concerto omaggio a Alberto Zedda, A Coruña

Codalario 14.09.2017

"Acclamatissimo intervento di Celso Albelo. Impetuoso, passionale, con acuti potenti, una grande espressività vocale e una sobrietà gestuale, ha sfidato il pubblico con Non m'abbandonez pas... Asil hereditaire... Amis, amis, secondez ma vengeance, conquistando il suo pieno sostegno".

image

I Puritani, Savonlinna Opera Festival

El Mundo 02.08.2017

"Il tenore canario Celso Albelo e il soprano Jessica Pratt hanno ricevuto i piú grandi applausi per la loro performance come protagonisti del dramma d'amore tra Arturo e Elvira"

image

Thais, Gran Teatre del Liceu

El Periódico de Catalunya 04.03.2017

"Celso Albelo ha brillato nel ruolo di Nicias, con un canto dal bel e sinuono accento lirico".

image

Thais, Gran Teatre del Liceu

El País 04.03.2017

"Si fa notare il tenore Celso Albelo, che canta con musicalità e effusivo fraseggio il ruolo di Nicias".

image

Rigoletto, Ópera de Oviedo

Codalario 01.02.2017

"Celso Albelo per noi è stato il migliore del cast. Il suo fraseggio è intelligente e chiaro e ci ricorda l’arte dei grandi artisti del passato. Inoltre ha utilizzato un registro acuto imponente che sa far emergere con buon gusto, incluso nei finali. Il suo "e di pensier" finale ci è sembrato esemplare e un modello di arte lirica, rendendolo uno dei nostri cantanti più interessanti".

image

Rigoletto, Ópera de Oviedo

El Comercio 27.01.2017

"Eccellente debutto di uno dei più grandi tenori lirici di oggi, molto applaudito dall'inizio alla fine".

image

Werther, Teatro Comunale di Bologna

Opera World 10.01.2017

"Celso Albelo ha offerto un Werther completo ed omogeneo, con presenza vocale, ottenendo l’approvazione da parte del pubblico in piedi alla fine della rappresentazione"

image

Werther, Teatro Comunale di Bologna

ABC 10.01.2017

"Celso Albelo, nel suo debutto italiano nel ruolo, lo ha reso pieno di follia e teatralità, apportando un elegante fraseggio, tanto sentito quanto ben realizzato, e degli acuti impressionanti per bellezza e volume. La sua tecnica e il suo impegno scenico hanno dato vita ad un risultado indimenticabile: abbiamo un Werher canario per molto tempo".

 

image

Lucrezia Borgia, ABAO OLBE, Bilbao

ABC 25.10.2016

"La standing ovation della serata l’ha ricevuta Celso Albelo, imponente nell’aria ricca di difficoltà "T'amo qual s'ama un angelo", completamente accessibile solo a pochi tenori, solo i grandi, come Albelo, che è una delle voci spagnole con più presenza internazionale. Il suo nuovo trionfo a Bilbao è stato immenso e meritato".

image

Lucrezia Borgia, ABAO OLBE, Bilbao

Ópera Actual  25.10.2016

"Celso Albelo, in un debutto di un Gennaro senza difetti: la voce bella, l’intonazione precisa, l’emissione pulita e potente; gli acuti con un buon timbro e sostenuti hanno dato atto a una splendida performance."

image

Recital "10 años en A Coruña"

Codalario 22.09.2016

"La sua performance è stata una vera e propria esibizione di buon gusto, cura di ogni sfumatura con particolare attenzione: una voce dolce, calda e omogenea; acuti potenti, legati morbidi, un fraseggio di grande padronanza tecnica naturale e fluido e la alternanza di frammenti contrastanti con sicurezza assoluta ed eloquenza. Infine, Albelo allo stato puro: tecnica vocale, espressività, teatralità nei gesti... e complicità".

image

Recital "10 años en A Coruña"

La Razón 22.09.2016

"L’esibizione di Albelo è una delizia, per la chiarezza e la musicalità. C'era tenerezza, sentimenti, insieme a note delicatamente legate e un controllo ammirevole, con preziose mezze voci e filati".

image

I Puritani, Teatro Real

Ópera Actual 28.07.2016

"Il cantante delle Canarie ha brillato e ha dimostrato eleganza canora, tutto il suo squisito fraseggio, un volume considerevole e di grande forza, mantenendo la qualità musicale che richiede il ruolo di Arturo".

image

I Puritani, Teatro Real

Opera World 28.07.2016

"Celso Albelo è un tenore che ha cantato il ruolo di Arturo in molti grandi teatri. Domina il personaggio e lo canta in maniera prodigiosa. Alla bellezza del suo timbro si aggiunge una musicalità raffinata, una dizione perfetta e un senso del canto che trasmette emozioni molto diverse. I suoi acuti sono magnifici, arrivando anche al famoso Fa della parte finale senza nessun problema".

image

I Capuleti e i Montecchi, Gran Teatre del Liceu

Ópera Actual 27.05.2016

"Celso Albelo, specialmente acclamato dopo la sua grande scena d'apertura, con fraseggio squisito e notevole presenza vocale".

image

I Capuleti e i Montecchi, Gran Teatre del Liceu

Platea Magazine 27.05.2016

"Il cantante delle Canarie ha dimostrato perché è il cantante spagnolo sulla bocca di tutti. Naturalezza nell’emissione, sicurezza tecnica, controllo dello strumento, facilità nel registro acuto, linea di canto impeccabile e un colore e timbro della voce caratteristico".

image

Werther, Ópera de Tenerife

Ópera Actual 06.04.2016

"Celso Albelo ha ottenuto un grande successo da parte del pubblico, soprattutto per i suoi spettacolari secondo e terzo atto".

image

Maria Stuarda, Metropolitan Opera House

Latin Post 11.02.2016

"Celso Albelo stava facendo il suo debutto al Met e ha dimostrato che è un tenore da tenere d’occhio... Albelo ha cantato con ardore, il suo legato è lucido e addirittura addolcito dal suo bel timbro. Durante la sua prima aria del primo atto, la sua voce ha raggiunto il picco di una nota alta su un pianissimo, una nota eterea che lievitava in ariua in modo sublime, catturando il brivido della musica di Donizetti".

image

Maria Stuarda, Metropolitan Opera House

Parterre 03.02.2016

"Albelo cantò con fermezza e ha emesso con sicurezza squillanti acuti. La sua attraente voce mi ha ricordato molto quella di Alfredo Kraus".

image

Maria Stuarda, Metropolitan Opera House

New York Classical Review 03.02.2016

"Celso Albelo ha fatto un bel debutto come Leicester, dando un’interpretazione appassionata del ruolo, cantando in modo chiaro e idiomatico."

image

Maria Stuarda, Metropolitan Opera House

The New York Times 03.02.2016

"I ruoli maschili sono stati convincentemente interpretati, con Celso Albelo nei panni di un appassionato Leicester".

image

Anna Bolena. Wiener Staatsoper

Der Neue Merker 10.10.2015

"Celso Albelo, un vero tenore del bel canto, che convinse completamente come Riccardo Percy. Con uno stile di alto livello impressionó in tutte le sue scene”.

image

Rigoletto. Wiener Staatsoper

Ópera Actual 01.10.2015

"Celso Albelo rappresentó un Duca di Mantova di prima classe; concentró il suo canto non solamente sugli acuti, ma anche su una linea immacolata, ricca di diminuendi e piani”.

image

Stabat Mater. Quincena Musical. San Sebastián

Forum Opéra 25.08.2015

"Fedele alla sua interpretazione di Arnold (Guillaume Tell) a Montecarlo e Parigi all'inizio di quest'anno, Celso Albelo non indietreggia di fronte alle note più rischiose di Cujus Animam, tutte conquistate con voce di petto, senza che l’eccesso di eroismo abbia impedito il flusso dei sentimenti".

image

I Puritani. Victorian Opera. Melbourne

ConcertoNet 02.07.2015

"Celso Albelo ha dimostrato una enorme varietà di sfumature cantando un arturo eroico; la sua voce è immensa però nonostante questo ha dimostrato di saperla controllare nei passaggi; le sue parti da solo sono state meravigliose; la sua dizione cristallina e il coraggio nell'affrontare gli acuti hanno reso lo spettacolo emozionante riusciendo a entusiasmare il pubblico; fu il cavaliere brillante, che anche senza una regia su cui appoggiarsi, ha convinto per il suo potere di attrazione, dolcezza e autorevolezza"

image

Anna Bolena. Wiener Staatsoper

 23.04.2015

"Celso Albelo è un ottimo Lord Riccardo Percy, con sfumature, mezzevoci pregevoli e uno squillo impressionante. La facilità di emssione del tenore spagnolo lascia perennemente esterefatti per la perfetta proiezione"

image

L'Elisir d'amore. Teatro Comunale di Modena

 17.03.2015

"Celso Albelo: un Nemorino fresco e comunicativo, il suo, ma non per questo sbracato, capace di smorzature e mezze voci. Applauditissimo dopo “Una furtiva lagrima”, con due fulminanti salite al do acuto nel suo duetto con Belcore accende la platea e suggella una delle letture più convincenti del personaggio in tempi recenti".

image

Guillaume Tell. Opéra de Monte-Carlo

Opéra Online 28.01.2015

“Nel ruolo di Arnold il tenore delle Canarie Celso Albelo ha entusiasmato con una interpretazione e una prestazione spettacolare. Questo giovane tenore, che restituisce agli ascoltatori contemporanei l’ideale della vocalità romantica, ha dato prova della sua conoscenza perfetta dello stile: la facilità per il registro acuto è stata più che dimostrata, ha sedotto con il suo timbro e sorpreso nella famosa aria Amis, amis, secondez ma vengeance”.

image

Luisa Fernanda. Palau de les Arts Reina Sofía. Valencia

Codalario 23.12.2014

"Celso Albelo ha portato avanti il suo personaggio, che debuttava, con indubbia capacità, aggiungendo al suo buon canto, pieno di piccoli dettagli come questo diminuendo nella chiusura del duetto con Carolina, una somma ben misurata di presenza scenica e un fraseggio rifinito”

image

Omaggio a Alfredo Kraus. Teatro Pérez Galdós. Las Palmas de Gran Canaria

La Provincia 29.11.2014

"Celso Albelo ci ha regalato un recital dominando tutti gli aspetti della sua arte, in tutti i suoi registri, con un gran legato, dominando la dinamica, con acuti in forte e in piano e sopratutto con grande espressività”

image

Roberto Devereux. Wiener Staatsoper

Ópera Actual 02.11.2014

"Celso Albelo ha dato vita a un Devereux dall'emissione vocale virile, dimostrando di essere capace di cantare in piano e in mezza voce con una spettacolare resa della cabaletta con un brillante Re naturale"

image

La Traviata. Ópera de A Coruña

Ópera Actual 01.10.2014

“Celso Albelo...debuttava Alfredo in Europa, e promette grandi cose con questo personaggio. Di radice belcantista, il personaggio del tenore delle Canarie basa la sua forza nell’eleganza del canto, nel fraseggio, nella musicalità e in un centro della voce sempre più nutrito e di maggiore risonanza”

image

La fille du régiment. Teatro Massimo. Palermo

Il Giornale di Sicilia 23.09.2014

"Celso Albelo delinea un profilo di simpatica semplicità di Tonio, con momenti di pienezza vocale (“elle m’aime”)  che ne rilevano la corposa saldezza"

image

Roberto Devereux. Maggio Musicale Fiorentino

Firenze Post 19.05.2014

"Il tenore Celso Albelo , specialista del repertorio del primo Ottocento, si è segnalato per la voce
elegante ed omogenea come per gli squillanti acuti , soprattutto nelle arie di Roberto nella scena
del carcere del III Atto"

image

I Puritani. ACO (Las Palmas de Gran Canaria)

La Provincia  29.04.2014

"È stata la grande notte di Celso Albelo, il tenore internazionale che torna a Las Palmas in un momento più che dolce, splendido sia per la voce che per la linea di canto. La voce è unica nel panorama mondiale del suo registro perchè unisce il colore e l’elasticità “di grazia” con la consistenza del tenore lirico puro e il potere quasi spinto delle puntature estreme, prolungate con un inesauribile fiato, con una fermezza e sicurezza senza paragoni"

image

I Puritani. ABAO-OLBE (Bilbao)

Diario Vasco 07.04.2014

"Quello che ha fatto Celso Albelo è stato veramente storico: ci ha regalato il più puro canto belcantista con una tecnica raffinata, linea di canto uniforme, un centro sicuro e acuti così come sono stati scritti da Bellini"

image

Roberto Devereux.Festivalde Ópera de Tenerife

Ópera Actual 01.03.2014

“Celso Albelo (Conte di Essex) dimostrò di avere una potente voce da tenore, e un registro acuto molto importante”

image

La sonnambula. Gran Teatre del Liceu. Barcellona

ABC 30.01.2014

“Celso Albelo ha dimostrato il valore del suo canto estroverso, brillante e senza macchie”.

image

Concerto Capodanno. Teatro de La Zarzuela. Madrid

La Razón 03.01.2014

“Celso Albeloha domostrato grande impegno e dedizione…da ammirare gli acutí e le mezze voci, e la forma in cui ha raccolto le note”

image

L'Elisir d'amore. Teatro Real de Madrid

Ópera Actual 01.01.2014

“Celso Albelo debuttava il ruolo a Madrid e si è capito perchè è un  Nemorino di prima classe: un gusto impeccabile, con un dominio straordinario delle sue possibilità vocali”

image

Concerto Verdi. Palau de la Música de Valencia

Levante 11.11.2013

“Il debutto del tenore canario Celso Albelo a Valencia è stato un successo enorme e giustificato…il suo timbro di voce è chiaro, il caudale vocale denso e il legato molto levigato. All’impostazione della tecnica si unisce un concetto del fraseggio al servizio exclusivo della musica e del testo per produrre come risultato una maggiore qualità espressiva”

image

Rossenblatt Recitals. Londra

 18.09.2013

“Albelo ha un interessante voce di tenore lirico, con carattere e potente, ha un bel registro medio e grave con una invidiabile consistenza; i suoi acuti, quando canta a piena voce, sono potenti e spettacolari”.
Planet Hugill

“Albelo è un comunicatore nato, in grado di catturare l'emozione di ogni pezzo dall'inizio alla fine con l'uso più raffinato della dinamica. Ha la capacità di raccontare una storia colorando la voce nella misura giusta”.
Opera Britannia

image

Lucia di Lammermoor. Festival de Ópera de A Coruña

La Razón 14.09.2013

"In Celso Albelo si uniscono canto e teatralità per un Edgardo di lusso, con il pregio personale di aver disegnato il personaggio a sua misura".

image

Recital. Rossini Opera Festival (ROF)

GB OPERA 26.08.2013

"La voce del tenore si manifesta da subito molto musicale, vibrante e ricca di armonici, solida e corposa, aggraziata senza mai essere leziosa, impegnata a cantare sul fiato, come per dilatare al massimo l’ariosità della frase e dei vari disegni musicali".

image

Rigoletto - Teatro de La Maestranza - Sevilla

El Correo de Andalucía 21.06.2013

“Il canario Celso Albelo è riuscito senza esagerare a dare un il tocco canaglia, prepotente e arrogante che esige il Duca di Mantova, appoggiandosi a una voce travolgente, sicura, ferma e appropriata al repertorio”

image

Rigoletto. Teatro Giuseppe Verdi de Salerno

Positano News 18.04.2013

Maturato il tenore Celso Albelo... che ha ora voce timbrata e potente, sa cantare con spiegata fermezza “La donna e mobile”, quanto cesellare “Parmi veder le lagrime”

image

Marina. Teatro de La Zarzuela

Opéra Actual 01.04.2013

“Celso Albelo splendeva in un compito molto difficile, anche perché in questo ruolo tutti ricordano una delle grandi stelle tenorili del Novecento: Albelo è stato krausista -in senso buono-con eleganza, una linea di canto cristallina e un uso perfetto dei regolatori”

image

La sonnambula. Opéra de Montecarlo

Christian Colombeau, Le Podcast Journal 25.02.2013

“Celso Albelo, un misto di Kraus, Vanzo, Gedda, Monti! Una bella voce naturale, un fraseggio belcantista attraente, generoso, elettrizzante, fresco e conquistatore”

image

Lucia di Lammermoor. Deutsche Oper Berlin

Ursula Wiegand. Der Neue Merker 27.12.2012

"Lo spagnolo Celso Albelo come Edgardo, amante segreto di Lucia, è stata una grata sorpresa; tenoredalla voce radiante, in grado di intepretare le sfumature più delicate e inoltre recitando in modo convincente"

image

La fille du régiment. Opéra National de Paris

Rubén Martínez, CODALARIO 07.11.2012

"Celso Albelo lettura ha offerto una bella lettura del personaggio, scenicamente credibile, simpatico e ingenuo, trasmettendo perfettamente la freschezza, gioventù e ingenuità del suo carattere in ottima complicità con la sua patner, il soprano siciliano Desirée Rancatore. Il colore, l'emissione e il fraseggio di Albelo sono particolarmente comodi nella lingua di Voltaire ... è stato inoltre in grado di risolvere il momento più atteso dello spettacolo, la scena Ah, mes amis-Pour mon ame".

image

Recital benefico per la Fundación Victoria de los Ángeles. Teatro de la Zarzuela. Madrid

Gonzalo Alonso, Beckmesser 31.10.2012

“Celso Albelo, in un momento magnifico, ha conquistato l'auditorio con la delicatezza di canzoni come  “El árbol del olvido” di Ginastera, la forza del “Trust de los tenorios”, il buon fraseggio dell'aria di  “Doña Francisquita”, la poesia del  “Lamento de Federico” o la spettacolarità dell'aria  “Ah! Mes amis” dall'opera La fille du régiment, trasformata nel bis in una incredibile successione di do emessi con una incredibile facilità e con la forza che supera quella di chiunque canti normalmente questo repertorio leggero.

image

Rigoletto. Festival Verdi di Parma 2012

Patrizia Monteverdi. Operaclick 30.10.2012

"La linea di canto pulita ed elegante di Celso Albelo nobilita la figura del Duca di Mantova attenuando
notevolmente l'aspetto libertino del personaggio".

image

Gala Lirica. Festival de Ópera de Tenerife

El Día 29.10.2012

"Celso Albelo ha affrontato la difficile sfida del programma con una forza e una sicurezza incredibili, dando il massimo e superando le aspettative"

image

L’elisir d’amore.Wiener Staatsoper.Settembre 2012

Peter SKOREPA, Der Neue Merker  06.09.2012

Un nuovo gran tenore

“Il giovane tenore di Santa Cruz di Tenerife ha un aspetto dolce e affascinante…con una figura che ricorda Domingo e Pavarotti quando erano giovani, Celso Albelo ha conquistato ieri sera il favore del pubblico, mentre Nemorino conquistava una impetuosa amante con i suoi multipli registri sonori che hanno fatto piangere Adina. Si nota che ha studiato con Carlo Bergonzi così come si è potuto vedere una brillante recitazione, e il timbro di voce ricorda Schipa o Tagliavini; possiede una voce grazie alla quale ottiene molteplici cioghi con la dinamica”.

image

Don Pasquale. Teatro alla Scala. Milano. Luglio 2012

Francesco Gala, Il Corriere musicale  03.07.2012

“Anche da parte di Celso Albelo sono arrivati i momenti di maggior gusto nella serata grazie ad una voce omogenea che si esprime in una linea di canto nitida e in un fraseggio piuttosto eloquente".

image

L'Elisir d'amore. Teatro Massimo. Palermo. Giugno 2012

Sicilia Informazioni 14.06.2012

"Celso Albelo interpreta l’ingenuo Nemorino non senza ironia ed eleganza, mettendo in risalto il cristallino fraseggio, con equilibrio ed intelligenza"

image

Les Pêcheurs de Perles. Salerno. Maggio 2012

GB Opera 16.05.2012

"Celso Albelo è uno dei tenori più in voga dell’ultima generazione e ha le carte in regola per esserlo: antitutto un invidiabile appeal timbrico, un considerevole bagaglio tecnico, acuti affilati e squillanti"

image

L'Elisir d'amore. ABAO. Bilbao. Febbraio 2012

Emecé.Diario Vasco 23.02.2012

"Celso Albelo è una giovane promessa-con già un percorso consolidato- che interpreta perfettamente Nemorino. L’aria Una furtiva lagrima fu brillante ed emotiva, ha cantato con gusto e con molta attenzione ai passaggi di voce"

image

Recital, Teatro Filarmónico, Oviedo. Novembre 2011

Ramón Avelló, El Comercio 28.11.2011

“Il tenore Celso Albelo ha portato a termine la missione con sottigliezza belcantista ed emozione. La sua voce è quella di un tenore lirico leggero. Tra le qualità di questo tenore canario acuti brillanti, però con una densità vocale che aumenta il lirismo; sottigliezze nelle sfumature, con controllo dell’intensità e con una mezza voce molto ben regolata e un colore timbrico molto bello, specialmente in Una furtiva lacrima, che ha raccolto molti bravo dal pubblico”

image

Recital, Teatro Filarmónico, Oviedo. Novembre 2011

Aurelio M. Seco, La Voz de Asturias 28.11.2011


“Il tenore canario ha iniziato il recital in modo spettacolare, con un Ah, mes amis sicuro, raffinato e sentito. A seguito Una furtiva lacrima, emozionante e piena di finezze. Meravigliosa la sua capacità tecnica, grazie alla quale ha cantato il re sovracuto dell’aria Vivi tu dell’Anna Bolena con una sicurezza che pochi cantanti possono permettersi".

image

La Sonnambula. Royal Opera House, Londra. Novembre 2011

Mark Ronan Blog 04.11.2011

"Il tenore spagnolo Celso Albelo è stato un magnifico Elvino, al massimo della forma dall’inizio alla fine, e dando un vero senso al termine belcanto".

 

image

La Sonnambula. Royal Opera House, Londra. Novembre 2011

Financial Times, Richard Fairman 03.11.2011

"Celso Albelo si contrappone con una voce ferma, brillante e giovane che non suona forzata o tirata neanche quando arriva alle note alte....questo tenore di buona scuola è molto promettente"

image

L’elisir d’amore. Palacio de la Ópera de La Coruña, Ottobre 2011

Julio Andrade, La Opinión 16.10.2011

“Il pubblico di A Coruña adora Celso Albelo per la sua bella voce, la perfetta linea di canto e la generosità del registro acuto; la sua versione di Una furtiva lacrima, bellissima, con uno stupendo gioco di volumi”

image

I puritani. Bunka Kaikan. Tokyo

Kazuo Ehara, Periódico Sankei 25.09.2011

“Celso Albelo è stato splendido e ha commosso il pubblico”

image

L'elisir d'amore, Teatro Pérez Galdós. Las Palmas (Islas Canarias)

Andrea MERLI, rivista L'Opera  03.07.2011

"Un'accoglienza altrettanto festosa è stata riservata a Celso Albelo, tenore di Tenerife, che ormai da tempo si è appropriato del personaggio donizettiano con autorevolezza vocale ineccepibile e altrettanto godibile resa interpretativa del rustico innamorato. Albelo non ne fa l'ingenuo stupidotto che certa tradizione ha tramandato. Grazie a lui Nemorino risulta perdutamente innamorato sin dal suo ingresso, siglato da un «Quant'è bella, quant'è cara» preso con un piglio che fa giustizia al brano. Quindi, con un senso innato della comicità, aiutato dalla figura notevole per altezza e mole -nonostante la perdita di diversi chili -, fa esplodere il personaggio di simpatia provocando il sorriso del pubblico in «Esulti pur labarbara», ma riuscendo anche a commuovere intonando un «Adina credimi» intenso e palpitante. Il pubblico è, ovviamente, esploso in urla di «bravo» con richiesta di bis (non concesso!) dopo la canonica «Furtiva lagrima» eseguita con squisita gamma di colori, preziose messe in voce e con un trasporto ricco di sentimento".

image

L’Elisir d’amore. Teatro Pérez Galdós. Las Palmas de Gran Canaria

G. GARCÍA-ALCALDE. La Provincia.  07.05.2011

"Con la sua formidabile voce leggera, vero dono della natura, Albelo dimostra nell'aria "Una furtiva lagrima" il perfetto controllo del volume, del fraseggio, dell'emissione a fior di labbra e dell'emozione, oltre a una naturale eleganza e una vocalizzazione e un colore che ci ricordano Kraus".

image

I Puritani di Bellini. Teatro Giuseppe Verdi. Salerno

Dario ASCOLI. Oltrecultura 25.04.2011

"Celso Albelo è un tenore di statura artistica planetaria. Il simpatico cantante ha sfoderato acuti e sovracuti con quasi irridente facilità, pur sostanziandoli con un timbro rotondo".

image

I Puritani di Bellini. Teatro Giuseppe Verdi. Salerno

Bruno TREDICINE. Operaclick 25.04.2011

"...il tenore spagnolo non ha tagliato neanche una nota fra quelle più difficili, prendendole con disinvoltura e facilità. Albelo si è posto ai livelli più alti della storia esecutiva di quest'opera. Il cantante ha messo in luce il suo timbro bello ed avvolgente, la facilità della linea di canto, fluida e tutta "sul fiato", gli accenti sempre accorati. Da manuale, poi, la grande scena in apertura del terzo atto eseguita con una delicatezza ed un gioco di colori vocali che, ci perdoneranno gli altri interpreti di questo ruolo, constituiranno per un bel po' di tempo un termine di paragone".

image

I Puritani di Bellini. Teatro Giuseppe Verdi. Salerno

Enrico STINCHELLI blog 15.04.2011

"Celso Albelo ormai affermatosi come un magnifico tenore belcantista"

image

Rigoletto di Verdi. Ópera di Montecarlo. Marzo 2011

Emmanuel ANDRIEU. Forumopera  03.04.2011

"Altra rivelazione è stato il duca del giovane canario Celso Albelo. Il suo timbro chiaro, brillante e luminoso seduce fin dall'inizio. Le note sono ben proietatte con una facilità incredibile e l'eleganza del fraseggio è esemplare. L'aria "Bella figlia dell'amore" è sublime per rigore e luce. La qualità del suo canto lo incorona uno dei migliori duchi del momento".

Recital. Rossini Opera Festival (ROF)

GB OPERA 01.01.1970

"La voce del tenore si manifesta da subito molto musicale, vibrante e ricca di armonici, solida e corposa, aggraziata senza mai essere leziosa, impegnata a cantare sul fiato, come per dilatare al massimo l’ariosità della frase e dei vari disegni musicali".